I vicoli ciechi in genealogia

I vicoli ciechi in genealogia

I vicoli ciechi in genealogia sono quei punti in cui non riusciamo a trovare le date di un certo antenato ed è come trovarsi in un “vicolo cieco” dove non puoi andare avanti.

A volte, trovare nuove informazioni su un antenato può apparire piuttosto arduo. Le situazioni che sembrano vicoli ciechi non devono necessariamente rimanere tali.

La soluzione può venire dalle “strade” parallele. Invece di cercare di andare sempre più indietro su una linea familiare, il progresso può giungere imparando a conoscere meglio le persone della famiglia e i legami di parentela, indagare sulla famiglia estesa.

Da chi iniziare?

L’errore più comune che facciamo quando sviluppiamo un albero familiare è quello di concentrarci su una sola linea di ascendenti. A volte saltiamo persino il nonno per partire direttamente dal bisnonno. Niente di più sbagliato. L’albero genealogia parte sempre dalla prima persona e questa persona sei tu, tu che stai cercando i tuoi antenati.

La famiglia estesa

I vicoli ciechi in genealogia

Stringere il campo di ricerca sul genitore, nonno e bisnonno può portare a un vicolo cieco, cioè in un punto che non si trovano più i documenti e non si riesce ad aggiungere un antenato. Il blocco può essere superato, se non addirittura evitato usando i dati della famiglia in estensione laterale invece che in percorso rettilineo.

Quando finiamo in un vicolo cieco l’unica cosa che possiamo fare e tornare indietro e cercare una via parallela che ci porti alla nostra destinazione. Stessa cosa con gli antenati, se giungiamo in un punto di blocco su di un antenato torniamo indietro e cerchiamo nei parenti collaterali.

Molto spesso i documenti dei parenti collaterali contengono informazioni importanti che ci indicano i nostri diretti antenati.

Cercare tra i parenti collaterali

Il papà o il nonno possono aver avuto un fratello, oppure un cugino di primo o di secondo grado. Sviluppando la genealogia di questi parenti collaterali può saltare fuori un collegamento all’antenato del “vicolo cieco” e improvvisamente il vicolo cieco diventa una “strada aperta”

Utilizzate i documenti suggeriti di FamilySearch

Dalle genealogie collaterali molto spesso saltano fuori documenti che ci vengono suggeriti dal sistema di Familysearch. Molto spesso pensiamo che I documenti suggeriti possono non avere nessuna relazione di parentela, ma scrutarli è sempre un bene perché potremmo trovare qualche data che importante per il nostro albero.

Possiamo salvare i documenti suggeriti cliccando su menu “Recenti” e cliccando “Aggiungi persona non collegata”. Così facendo possiamo sempre andare a consultare il documento più avanti quando abbiamo più dati indicativi.

Non arrendetevi

I dettagli contenuti nei documenti sono da leggere con attenzione, ci possiamo trovare la zona, i testimoni, i parenti, le date o altro ancora. Sono una fonte importante per la ricerca genealogica.

Ritornate alla ricerca dei documenti

Molte volte le persone hanno sbloccato la propria genealogia uscendo dai “vicoli ciechi” usando questi percorsi alternativi.

Conclusione

Espandendo la ricerca per trovare dettagli su tutti i figli, invece che solo sulla linea diretta, possiamo ottenere informazioni estremamente utili che ci rimandavano a nuovi luoghi in cui ricercare. Queste nuove informazioni si aggiungono a ciò che abbiamo già in Albero familiare di FamilySearch e lo possiamo migliorare, dando maggiore sostanza a ciò che già si conosceva della famiglia. Provate alcuni di questi consigli: sarete stupiti dalle porte che si apriranno.


I vicoli ciechi in genealogia – #Genealogia #Familysearch #Antenati #RicercaGenealogica

Vedi altri suggerimenti per Familysearch

BLOG COSTANTEMENTE AGGIORNATO
Usa il modulo dei commenti per aggiungere dati informativi a questo blog oppure alla pagina.
Oppure fai le tue domande nel gruppo Retaggio su Facebook.
Grazie a tutti per la cortese collaborazione.


LA NOSTRA PRIVACY POLICY
https://www.retaggio.it/retaggio-e-genealogia-privacy-policy/


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.