Genealogia del cognome Scotti

Genealogia del cognome Scotti. L’origine dei cognomi a volte riserva delle sorprese inaspettate. L’origine del cognome Scotti ha un percorso impensabile. Secondo Emidio De Felice (Autore del Dizionario dei cognomi italiani) Scotti è l’ipocoristico aferetico del nome Francescotto. Oppure del patronimico Scotto o Scoto che nel Medio Evo designava gli abitanti oriundi non solo delle Scozia, ma anche dell’Irlanda.

Il percorso sarebbe che da Franco diventa Francesco, da Francesco diventa Francescotto, da Francescotto diventa Scotto, da Scotto diventa Scotti. Ovviamente la pluralizzazione da Scotto a Scotti è un errore linguistico che si faceva nel medioevo. Durante il medioevo pluralizzavano il cognome quando dovevano indicare una famiglia invece della singola persona. Nelle regole del linguaggio moderno è scorretto pluralizzare il cognome.

Dizionario dei cognomi italiani di Emidio De Felice

Gli Scotti nel mondo

Il cognome Scotti quindi nasce nel medioevo e registrato dopo il concilio di Trento. Scotti si è poi diffuso in tutta la penisola, isole comprese. Si presume che in Campania si sia diffuso quello originato da Francescotto, mentre in Lombardia quello che deriva dagli oriundi scozzesi.

Sul Portale Antenati, il sito dei cognomi italiani, gli scotti sono 7.571. Ovviamente italiani dal nord al sud. https://www.antenati.san.beniculturali.it/search-nominative/?cognome=Scotti

Su Familysearch gli Scotti in Italia sono 2.080 persone negli Stati Uniti d’America 290 persone in Argentina 185 persone. https://www.familysearch.org/it/surname?surname=scotti

Nel resto del mondo gli Scotti sono in Brasile, Francia, Uruguay, Svizzera, Germania, Venezuela, Cile, Inghilterra, Canada, Australia, Repubblica Dominicana, Lussemburgo, e altre nazioni. Questo a causa del fenomeno di globalizzazione.

Questo, ovviamente a causa della globalizzazione. La globalizzazione è un fenomeno che ha fatto sì che i cognomi si diffondessero in tutti i continenti, molto più lontano dal paese in cui sono nati, così che possiamo trovare cognomi asiatici in Europa o americani in Oceania. Ci sono cognomi che sono presenti quasi ovunque nel mondo. Allo stesso modo ci sono paesi dove certamente il numero di persone con un determinato cognome è maggiore rispetto al resto dei paesi. L’immigrazione è uno dei fattori della diffusione del cognome in sud America, negli USA e altre nazioni.


Famiglie illustri Scotti

Genealogia del cognome Scotti
Famiglia Scotti di Piacenza

Gli Scotti (Scoto), conosciuti anche come Scotti Douglas o Douglas Scotti, sono un’antica famiglia nobile originaria di Piacenza.

Secondo la leggenda la famiglia Scotti era originaria delle stirpe Douglas di Scozia allorché un certo William Douglas, figlio di Sholto Douglas e cugino del mitico Acaio re degli Scoti, venne in Italia in aiuto a Carlo Magno per combattere Desiderio, re dei Longobardi stabilendosi in seguito a Piacenza.

Il primo esponente della famiglia Scotti la cui appartenenza alla famiglia sia stata confermata è Rainaldo, che nel 1184 divenne console del collegio dei mercanti. Negli anni immediatamente successivi vengono citati anche i fratelli Guido e Uberto. I vari rami della famiglia Scotti, tuttavia, derivarono da Lanfranco, figlio di Davide, la cui presenza è documentata nel 1222, anno nel quale, in qualità di rappresentante del comune di Piacenza, vietò ai marchesi Pallavicino l’edificazione di un castello nei pressi di Poggio d’Agugliano. Dai quattro figli di Lanfranco, Giovanni, Ruffino, Rolando e Rinaldo, derivarono i quattro principali rami della famiglia Scotti.


Genealogia del cognome Scotti – #Scotti – Vedi gli altri cognomi già pubblicati:

BLOG COSTANTEMENTE AGGIORNATO
Usa il modulo dei commenti per aggiungere dati informativi a questo blog oppure alla pagina.
Oppure fai le tue domande nel gruppo Retaggio su Facebook.
Grazie a tutti per la cortese collaborazione.


LA NOSTRA PRIVACY POLICY
https://www.retaggio.it/retaggio-e-genealogia-privacy-policy/