Dizionario Storico Blasonico pg3

Dizionario Storico Blasonico pg3

Dizionario Storico Blasonico PG3 – Il “Dizionario Storico-Blasonico delle Famiglie Nobili Italiane” è un’opera di riferimento essenziale per gli amanti della genealogia. In un contesto così vasto e articolato come quello della nobiltà italiana, questo dizionario rappresenta una risorsa indispensabile per coloro che vogliono esplorare le proprie radici familiari e comprendere l’origine e il significato del loro cognome. Con la cura e la precisione di G.B. di Crollalanza, l’enciclopedia documenta minuziosamente le storie e gli stemmi di numerose famiglie nobili italiane, offrendo al lettore un’affascinante immersione nei secoli di storia, araldica e lignaggi.

La pagina che esaminiamo oggi contiene l’inizio della sezione dedicata alle famiglie il cui cognome inizia con la lettera “A”. Analizziamo insieme le famiglie presentate in questa sezione del dizionario, scoprendo le loro origini, gli stemmi distintivi e le curiosità storiche che possono fornire preziosi indizi per chiunque stia intraprendendo una ricerca genealogica.

Continua con la lettera A

ABENANTE di Cosenza.

— Oriunda da Venezia, al tempo di Carlo I d’Angiò si stabilì in Venosa, poi in Corigliano, donde in principio del XVI secolo si trapiantò in Cosenza. A posseduto nove baronie, fra le quali Cirò, Calopezzati e Martirano ottenute dallo stesso Carlo. — Ebbe vari Cavalieri nell’Ordine Gerosolimitano, ed uno di essi, Marzio, fu Priore di Pisa, Gran Croce ed Ammiraglio delle galere di Malta. — Un Nicolò Abenante nel 1427 fu martirizzato in Mauritania per la fede cattolica ed innalzato all’onore degli altari. — ARMA: D’azzurro, al leone al naturale. Alias: D’oro, cantonata da quattro aquilotti spiegati di nero. — Alias: Inquartato; nel 1.º e 4.º di nero, al leone d’oro; nel 2.º e 3.º di azzurro, al leone d’argento.


ABERTINI di Roma.

ARMA: D’oro, a due bande d’azzurro, accompagnate da due crocette di rosso.


ABIATI di Milano

famiglia estinta, detta anche Forieri, originaria di Abbiategrasso da cui trasse il nome. — Ebbe parecchi famigliari dei Duchi, membri del XII di Provvisione e del Consiglio dei LX. — ARMA: D’argento, all’aquila spiegata di nero.


ABICI di Padova (Estinta).

ARMA: D’azzurro alle lettere latine A, B, C di rosso.


ABIGNENTE di Sarno.

— Famiglia molto antica, che vanta un Landufo il quale difese la Torre Petrosa sul principio del XI secolo. Ottone di lui figlio eques et comes nominatus est cataphractorum militum aquilaris, e quel Mariano che fu uno dei 13 alla disfida di Barletta. — ARMA: Di rosso, al leone d’argento.


ABITO o AVITO di Messina.

— Originaria di Francia. (Estinta). — ARMA: Di rosso, a due bande d’argento.


ABONDIO di Castiglione.

ARMA: D’argento, a sei rose di rosso, poste 2, 2 e 2.


ABRAMI di Trieste e di Venezia.

— Da Trieste nei primi anni del XII secolo si trapiantò in Venezia ove fu ascritta al gran Consiglio. Passata in Candia, quindi rimase estinta nel 1469. — ARMA: Grembiato d’azzurro e d’oro.


ABRAMO di Sicilia.

— Feudataria per molto tempo della baronia di Caracci. — ARMA: D’argento, a tre bande di rosso.


ABRANDICI di Sicilia.

ARMA: D’azzurro, ad una banda merlata d’oro, accostata da quattro stelle, una in capo a sinistra e tre in punta dello stesso.


ACADEMIA (dall’) di Verona.

ARMA: Inquartato; nel 1.º e 4.º d’azzurro, ad una catena d’oro posta in palo annodata in lacci d’amore; nel 2.º e 3.º d’argento, ad un’ancora di bretonche d’azzurro, di cui due volti a destra.


ACCARDI (del) di Lecce.

— Di origine francese, venne in Italia con Carlo I d’Angiò e si stabilì in terra d’Otranto dove ebbe un feudo datario di molti castelli. (Estinta). — ARMA: D’argento alla banda d’azzurro caricata di tre conchiglie di S. Michele d’oro, accompagnata da sei anelli di rosso posti in cinta, il secondo dei sei nel canton destro della punta attaccato con una croce del medesimo.


ACCARDO di Messina.

— Famiglia estinta originaria di Malta. — ARMA: D’oro, al monte di tre cime di rosso, movente dalla punta, sormontato nel capo da una stella dello stesso.


ACCARGI di Siena, detti anche ARMALDI.

— Estinte ai primi anni del XIX secolo. — Fu de’ Grandi e poi dei Nove riseduti fin dal 1472. — Umberto Monaco Loccetano fu ascritto al gran consiglio nel 1344. — A Baldassare Generale dei Veneziani la Repubblica eresse una statua. Pio II lo creò Senatore di Roma. — ARMA: Di rosso seminato di gigli d’oro, alla banda dello stesso.


ACCARISI di Bologna, di Firenze e di Modena.

— Gli Accarisi di Bologna, di Firenze e di Modena hanno comune l’origine. Furono essi anticamente dei Ghibellini ed emuli dei Manfredi di Faenza, che vinsero combattendo e dovettero da questa esulare nel 1256. — Quei di Bo…


ABRIGNANO di Trapani.

— Di origine ravennate, nel 1346 passò in Napoli ed in Sicilia dove fu investita della baronia di Regalmuto e di quella delle Saline di Trapani. — ARMA: Di rosso, alla torre d’oro sormontata da tre torrette dello stesso aperte e finestrate del campo.


ABRIONI o ALBRIONI di Bra, Conti di Roero.

ARMA: Di rosso, a due bande d’argento, caricate ciascuna da due rose del campo, bottone d’oro.


ABRUGNALE di Messina, Baroni del Ponte di Agrigento.

ARMA: Di rosso, alla brogna ossia trombetta marina d’argento.


Le famiglie del Dizionario Storico Blasonico a pg3

Le famiglie descritte in questa sezione del “Dizionario Storico-Blasonico” offrono una prospettiva straordinaria sul passato, svelando non solo il significato dei loro stemmi, ma anche racconti di potere, conflitti e influenze che hanno lasciato un’impronta sulla storia italiana. Per gli studiosi di genealogia, queste narrazioni rappresentano un punto di partenza inestimabile per indagare le proprie radici e approfondire la comprensione del patrimonio delle famiglie nobili italiane.

Se sei interessato a scoprire di più sulle tue radici familiari o a esplorare la storia dietro il tuo cognome, il “Dizionario Storico-Blasonico delle Famiglie Nobili Italiane” è una risorsa indispensabile che continua a rivelare i segreti delle gloriose famiglie del passato.

Per ulteriori approfondimenti o assistenza nelle ricerche genealogiche, non esitare a contattarci su retaggio.it@gmail.com

#Dizionario #Storico #Blasonico pg3 – Dizionario Storico Blasonico pg3


BLOG COSTANTEMENTE AGGIORNATO
Per aggiungere informazioni al blog, utilizzate il modulo dei commenti.
Per contattare il gestore del sito, inviate una mail a retaggio.it@gmail.com
o unitevi al nostro gruppo su Facebook Retaggio su Facebook.
Grazie a tutti per la cortese collaborazione.

Richiedi uno studio sul retaggio del tuo cognome
https://www.retaggio.it/richiedi-genealogia-del-cognome/

Genealogisti o consulenti genealogici esperti o professionisti
https://www.retaggio.it/genealogisti-e-consulenti-genealogici/

Un caffè sospeso per le spese


LA NOSTRA PRIVACY POLICY
https://www.retaggio.it/retaggio-e-genealogia-privacy-policy/