Dizionario Storico Blasonico pg2

Dizionario Storico Blasonico pg2

Dizionario Storico Blasonico PG2 – Il “Dizionario Storico-Blasonico delle Famiglie Nobili Italiane” è una fonte preziosa per gli appassionati di genealogia. In un universo vasto e complesso come quello della nobiltà italiana, questa enciclopedia offre un supporto insostituibile per chi desidera indagare le proprie origini familiari e scoprire le radici storiche e il significato del proprio cognome. Curata con meticolosità da G.B. di Crollalanza, l’opera raccoglie in modo dettagliato le storie e gli stemmi di molte famiglie nobili italiane, accompagnando il lettore in un viaggio affascinante attraverso secoli di storia, araldica e genealogie.

La pagina che esaminiamo oggi contiene l’inizio della sezione dedicata alle famiglie il cui cognome inizia con la lettera “A”. Analizziamo insieme le famiglie presentate in questa sezione del dizionario, scoprendo le loro origini, gli stemmi distintivi e le curiosità storiche che possono fornire preziosi indizi per chiunque stia intraprendendo una ricerca genealogica.

Continua con la lettera A

ABBADESSA di Firenze.

ARMA: D’argento, a tre circoli tondi uno entro l’altro di nero.


ABBADESSA o ABATESSA di Sicilia.

— D’origine fiorentina recatasi a Palermo sotto Federico III. — ARMA: Spaccato d’oro e di rosso.


ABBAINO di Nizza.

ARMA: Di rosso, al leone d’oro; col capo cucito d’azzurro, a tre stelle del secondo ordinate in fascia.


ABBASI di Ferrara.

— Vedi ABASIO.


ABBATE di Messina, baroni d’Ueria, e March. di Longarini (Estinta).

— Di origine milanese, diramossi in Messina, Catania e Monte S. Giuliano e possedette molti feudi. — Appartenne a questa famiglia Sant’Alberto Frate Carmelitano. — ARMA: Spaccato di verde e d’arancio.


ABBATE (de) di Alba (Conti) e di Saluzzo.

ARMA: Di rosso, al leone d’oro con una stella del medesimo nel canton destro del capo. — Cimiero: un turco al naturale, nascente, impugnante colla mano destra un dardo. — Motto: L’ATTENDS.


ABBATI di Modena

Nobili fin dal XVI secolo, alleati alla famiglia modenese del Marchese Cavalli il nome dei quali aggiunsero al proprio verso la fine del XVIII. — Francesco IV Duca di Modena, nella prima metà del XIX decorò gli Abbati del titolo di Conti. — ARMA: Tagliato nel 1.º d’azzurro, al pippio spaccato al naturale, sinistrato da un leone passante d’oro incatenato al detto pippio; nel 2.º d’oro, a tre torte di rosso, poste 2 e 4.


ABBATI di Carpi.

— Ettore era dottore, e nel 1544 difese la città di Carpi per Alberto Pio contro il Barone di Bearn Luogot di Gastone de Foix. Un altro Ettore fu nominato Arcidiacono della chiesa di Carpi nel 1524 dal suddetto Alberto Pio. (Estinta). — ARMA: Di verde, alla fascia cucita di rosso cimata da due mitre con infule d’oro chinate a sinistra, accompagnata in punta da due scaglioni d’argento.


ABBATI-OLIVIERI di Pesaro.

— Oriunda da Brescia, si stabilì verso la fine del XIV secolo nella città di Pesaro. Antonio segretario di Galeazzo Malatesta e poi Gran Cancelliere di Alessandro Sforza; Francesco-Maria Vescovo di Rieti, trasferito ad Arezzo e poi Cardinale nel 1720; Fabio creato Cardinale nel 1745. — ARMA: Di origine Normanna, stabilita nei primi anni del XII secolo in Aversa cui diede parecchi Connestabili e fu signora di molti feudi. Si diramò in Capua e in Reggio di Calabria. Un Lodovico Abbenavoli fu uno dei compagni di Ettore Fieramosca alla disfida di Barletta. — ARMA: degli Abbenavoli di Reggio di Calabria. — D’argento, a tre pali di rosso, col lambello di tre pendenti d’oro, attraversante nel campo. — ARMA degli Abbenavoli di Aversa: D’oro, alla banda d’azzurro caricata di tre gigli del primo.


ABBIATE (de) da Caresana.

ARMA: D’azzurro, alla croce d’argento.


ABBIATI-FORIERI di Milano.

— Bodecurioni milanesi, dottori di Collegio, Canonici ordinari del Duomo, e trassero il secondo nome da Giovanni detto Foriero, che fu Commissario Generale del Re di Francia nel XVI secolo. — Ebbe il titolo di Conti di Castellamonte negli Stati Sardi nella prima metà del XVIII secolo, e si spense verso la fine di esso. — ARMA: Bandato d’argento e d’azzurro di sei pezzi, i tre d’argento caricati, il 1.º di una, il 2.º di due, il 3.º di due stelle di otto raggi di rosso.


ABBISI di Padova e di Ravenna.

— Un ramo di questa famiglia padovana trapiantossi in Ravenna sul nascere del XV secolo, e si estinse nel 1752. Un Girolamo fu celebre in armi, insignito della dignità di Conestabile, militò in Francia e sostenne la carica di Custode della città di Ravenna. — Un Ottavio nella seconda metà del XVI secolo fu Vescovo, prima di Altamura, poi di Picena. — ARMA: Spaccato, al 1.º d’azzurro, tre gigli d’oro; al 2.º fasciato d’oro, e rosso d’argento.


ABBIOSI di Messina.

— Originaria di Ravenna. (Estinta). — ARMA: D’argento, alla fascia di rosso.


ABBRACCIABENE di Sicilia.

— Originaria di Romagna, emigrò in Palermo al tempo di Lodovico d’Aragona, passò quindi in Scicace dove si estinse. Ebbe il feudo con titolo baronale di Scunzattini. — ARMA: D’oro, alla colonna di nero abbracciata da un leone di rosso.


ABBRANDICI di Sicilia.

ARMA: D’azzurro, alla banda merlata d’oro, accostata da quattro stelle di sei raggi dello stesso, poste una in capo e tre in punta.


ABELA di Siracusa.

— Di origine spagnuola, si recò in Sicilia verso la fine del XII secolo. Un Ferraro Abela ebbe un feudo in isola di Malta, donde fu scacciato da Federico II. I suoi figli ne furono compensati coi feudi di Ginesi e colla contea d’Agrò e di Raginale. — ARMA: D’azzurro, al capriolo d’oro accompagnato in capo da tre stelle di sei raggi poste due in fascia. — Alias: D’azzurro, a due linee di fuoco al naturale.


Le famiglie del Dizionario Storico Blasonico a pg2

Le famiglie descritte in questa sezione del “Dizionario Storico-Blasonico” offrono una prospettiva straordinaria sul passato, svelando non solo il significato dei loro stemmi, ma anche racconti di potere, conflitti e influenze che hanno lasciato un’impronta sulla storia italiana. Per gli studiosi di genealogia, queste narrazioni rappresentano un punto di partenza inestimabile per indagare le proprie radici e approfondire la comprensione del patrimonio delle famiglie nobili italiane.

Se sei interessato a scoprire di più sulle tue radici familiari o a esplorare la storia dietro il tuo cognome, il “Dizionario Storico-Blasonico delle Famiglie Nobili Italiane” è una risorsa indispensabile che continua a rivelare i segreti delle gloriose famiglie del passato.

Per ulteriori approfondimenti o assistenza nelle ricerche genealogiche, non esitare a contattarci su retaggio.it@gmail.com

#Dizionario #Storico #Blasonico pg2 – Dizionario Storico Blasonico pg2


BLOG COSTANTEMENTE AGGIORNATO
Per aggiungere informazioni al blog, utilizzate il modulo dei commenti.
Per contattare il gestore del sito, inviate una mail a retaggio.it@gmail.com
o unitevi al nostro gruppo su Facebook Retaggio su Facebook.
Grazie a tutti per la cortese collaborazione.

Richiedi uno studio sul retaggio del tuo cognome
https://www.retaggio.it/richiedi-genealogia-del-cognome/

Genealogisti o consulenti genealogici esperti o professionisti
https://www.retaggio.it/genealogisti-e-consulenti-genealogici/

Un caffè sospeso per le spese


LA NOSTRA PRIVACY POLICY
https://www.retaggio.it/retaggio-e-genealogia-privacy-policy/